domenica 27 novembre 2011

WTF?

Oggi ho avuto una conversazione kafkiana con SuperZia. Roba che ancora sto a chiedermi che diamine volesse dire. Prima di rendervi partecipi di cotali perversioni, devo spiegarvi come funzionano le telefonate della zia.
Prima di litigare furiosamente con mia madre e distruggere quel poco di tranquillità che c'era in famiglia, SuperZia telefonava ogni sera e ogni sera faceva a tutti noi sempre le stesse domande. A ripetizione. Roba del tipo "ciao nipote! Come stai? Come sta Frato? Come sta tua madre? Come sta tuo padre? Passamelo, va. Ciao fratello! Come stai? Come sta tua figlia? Come sta tuo figlio? Come sta tua moglie? Passamela, va. Ciao cognata! Come stai? Come sta tuo marito? Come sta tua figlia? Come sta tuo figlio? Passamelo, va" e via così per un'ora a sera, tutte le sere. Poi mia madre è riuscita a scaricarla e almeno lei si è salvata. In parte è stato un bene, perchè così dobbiamo sopportare SuperZia una volta a settimana. D'altra parte, però, siamo costretti a recuperare le ore di telefonate perse in un colpo solo, con conseguente suicidio di svariati neuroni a botta.
La cosa peggiore è che SuperZia sta regredendo con la vecchiaia. Se prima era semplicemente irritante, adesso sembra che sia tornata ai tre anni, alla fase dei perchè. Solo che, avendone 60 in più, la domanda si è arricchita di altre due parole ed è diventata "perchè non fai...?".
E così, ogni settimana, devo sopportare un paio d'ore di "perchè non fai giurisprudenza? Perchè non fai un concorso pubblico? Perchè non fai quella cura cancerogena? Perchè non fai medicina? Perchè non fai un corso di cucina? Perchè non fai una bella preghiera?"...
Solitamente cerca di (nell'ordine preciso):
- convincermi a cambiare facoltà
- convincermi a lasciare l'università
- convincermi a rimanere in Italia
- convincermi ad emigrare
- convincermi che il mio fidanzato morirà giovane (e nel remoto caso dovesse sopravvivere, le carte per il divorzio sono già pronte)
- convincermi che il mio fidanzato è l'uomo della mia vita
- convincermi che il mio fidanzato è troppo per me, ed io sono una merdina che non si merita un uomo del genere
- ri-convincermi a rimanere in Italia
- ri-convincermi a lasciare l'università
- convincermi a pregare, credere in dio e in un miliardo di santi diversi.
Di solito il mio cervello ha un'unica possibilità di sopravvivenza: lo stand by. Solo se non ascolto e/o non capisco ciò che mi dice riesco a rimanere una personcina civile e a non trasformarmi in un mostro sbranazie. Purtroppo non posso scollegare i neuroni anche quando siamo insieme. Proprio pochi giorni fa, durante un funerale (!!!) mi aveva costretta a dire sempre di sì ad una serie di cazzate immani, del tipo "ti passerà il tumore al cervello e guarirai completamente perchè sto pregando san tizio, e san tizio, in vita, era un medico. Lui saprà cosa fare!". Ma anche "io non capisco com'è che vivi ancora a casa dei tuoi. Eppure la badante di tua nonna, leggendoti la mano, ti aveva predetto tantissima ricchezza".
Oggi, però, davvero  non l'ho capita. Lo ammetto, non prestavo la dovuta attenzione, però...
"Hai sentito di quella ragazza uccisa in America?"
"No" (le risposte che do a mia zia di solito sono monosillabi. Tanto lei nemmeno le ascolta)
"Povera ragazza, era una studentessa. Eh, però viveva in un brutto quartiere. Aveva quasi 30 anni e studiava ancora. Eh, però non era ancora laureata. Si era sistemata lì. Eh, però conviveva. Aveva trovato pure il fidanzato. Eh, però è stata vista con un altro uomo".
Dunque, dall'attenta analisi del discorso, unita alla profonda conoscenza delle perversioni mentali di mia zia, riesco solo a capire che: la ragazza era una poco di buono, perchè conviveva col fidanzato. Sicuramente era una sprovveduta, perchè era emigrata senza avere una laurea e faceva la cameriera per mantenersi. Infine, era stata vista con un altro uomo, che doveva necessariamente essere un amante, perchè il concetto di amicizia tra uomo e donna (magari anche appartenenti ad etnie diverse) non è accettabile secondo gli standard morali della zia. Quindi diciamo pure che se l'è cercata. Vi prego, se riuscite a trovare un altro senso al suo monologo, scrivetemelo. Perchè io davvero non riesco ad immaginare una diversa interpretazione di tutti quei "eh, però".
Considerando che spero di emigrare tra un paio d'anni (prima della laurea), insieme al mio fidanzato (prima del matrimonio), e che spero di fare amicizia con altri esseri viventi lì in Svezia, non posso fare a meno di pensare che qualche idiota, nel caso venissi uccisa, potrebbe pensare che me la sono meritata.
Sono una persona tanto cattiva se stasera (solo stasera, giuro!) odio SuperZia con tutto il cuore?

6 commenti:

  1. Eh, però tu te la vai a cercare.... :D

    RispondiElimina
  2. :P
    Sei una persona cattiva, sai? Cattivissssima, sìsì!

    RispondiElimina
  3. Esilarante!
    Eh però...mi sembra che l'approvazione della tanto bistrattata zia ti stia piuttosto a cuore.
    Comuqne mi giungono notizie sempre più allarmanti sulla sanità pubblica svedese, per cui mi informerei veramente bene prima di partire.
    Per il resto, come direbbe tua zia se fosse nata in Svezia, siamo nelle mani di Odino.

    RispondiElimina
  4. Fiammetta, è la zia che mi sta a cuore. Purtroppo (?), anche se non sembra, le voglio bene e sono sempre combattuta tra il sopportarla, perchè in fondo è fatta così, e il mandarla a...
    Poi decido di sopportarla, perchè se la mando NON CAPISCE e continua a ripetere sempre le stesse cose. Un po' sono contenta che mia madre l'abbia allontanata; il mio unico neurone, Giacomo, sentitamente ringrazia.
    Odino non fa proprio una bella figura in American Gods (è di Gaiman, conosci?), quindi non è una grande garanzia. Potrei portarmi avanti col lavoro e passare direttamente dalla parte dei Mangiamorte (Harry Potter, conosci?), visto che, secondo la leggenda, Odino sarà ucciso da Fenrir. Ok, questa era squallida e potevo risparmiarmela. Volevo solo sottolineare che, alla fin fine, il Signore Oscuro vince su tutti. :)

    RispondiElimina
  5. Mi spiazzi con riferimenti culturali a me semignoti. Ora dovrò passare tutta la serata a googlare.

    RispondiElimina
  6. La Svezia aspetta te e fidanzato :-)
    Vedrai che non morirete, o meglio, non verrete ammazzati. A' livella prima o poi arriva, ma è sempre meglio poi...

    RispondiElimina